Utenti on line: 1
Home page news Cerca nel sito:
 
Ordina per: Data  Tipo
X Chiudi

Ultime news

Icann - il volto del web sempre piu globale con domini aperti e multi-codice
pubblicato il: 17/01/2012 0.00
Aumenta grandezza carattere  Diminuisci grandezza carattere

Finalmente il via libera alla più grande apertura di domini di 1º livello dall'organismo nato per garantire la stabilità e lo sviluppo della Rete. Indirizzi internet anche in alfabeto cinese e arabo. E scoppia la polemica sulle possibili conseguenze. La Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (Icann),'organizzazione non profit nata per garantire la sicurezza, lo sviluppo e la stabilità di internet, inizierà ad accettare le richieste per una classe di nomi potenzialmente infinita di domini di primo livello (i cosiddetti TLD, "top-level domain"): una volta superati i severi controlli dell'Icann, al prezzo di 145.000 euro potranno sorgere suffissi Web di ogni tipo. Sul web sembra inesorabile la fine dell'egemonia linguistica occidentale: gli alfabeti cinese, cirillico e arabo hanno diritto di cittadinanza a fine URL definendo il volto di un Internet sempre più multietnico. Ad oggi esistono solo 16 possibili indirizzi alla destra del punto (come .com e .net) che non si riferiscono a Paesi o territori (come .uk o il nostro .it). Negli ultimi anni Icann ha lavorato per aggiungere a questa categoria nuovi domini, cercando allo stesso tempo di proteggere i marchi e i consumatori. Fino al 12 aprile, aziende, governi e comunità di tutto il mondo potranno presentare domanda per introdurre e gestire un nome di dominio a propria scelta. Al momento è impossibile prevedere il numero delle domande che verranno archiviate nel corso di questi tre mesi: alcuni parlano di centinaia, altri di migliaia. Alla base delle decisioni, un lungo e faticoso dibattito interno all'Icann secondo la quale nel mondo circa metà degli utenti della Rete - ovvero oltre un miliardo di persone - si trova in Asia. Di questi, quasi 500 milioni sono in Cina.

Commenti 0 commenti
Condividi: Condividi su del.icio.us Condividi su facebook Condividi su digg.it Condividi su Google Condividi su Technorati Condividi su Blinklist Condividi su fUrl Condividi su Reddit Condividi su MySpace Condividi su Stumbleupon Condividi su Yahoo bookmarks Condividi su Windows Live Condividi su SlashDot Condividi su OkNotizie 


Commenti

Lascia un commento

Puoi scrivere ancora 180 caratteri

Nome/Nickname:

Puoi scrivere ancora 50 caratteri

Codice di sicurezza:

 
PUBBLICITA' GOOGLE
Galleria video


Immagini Foto e immagini
Galleria video

qrcode
PUBBLICITA' GOOGLE