Utenti on line: 1
Home page news Cerca nel sito:
 
Ordina per: Data  Tipo
X Chiudi

Ultime news

Contabilita
pubblicato il: 26/04/2011 0.00
Aumenta grandezza carattere  Diminuisci grandezza carattere

La contabilità intesa come annotazione di operazioni commerciali è una pratica conosciuta fin dalla notte dei tempi. Prima del XV secolo tali fatti erano registrati con il metodo della partita semplice che prevedeva una serie di voci (praticamente una rubrica) sotto le quali veniva annotato di volta in volta la nuova operazione. Non esisteva alcun collegamento tra una voce e l'altra e quindi nessuna possibilità di riscontro e controllo incrociato. Il matematico Frate Luca Pacioli, detto il Paciolo (1445-1517), nel 1494 definisce per la prima volta, in termini sistematici il metodo della partita doppia, nel libro "Summa di arithmetica, geometrica, proportione et proportionalita", nel capitolo intitolato "Tractatus de computis et scripturis". Questo metodo prevede che per ogni operazione siano eseguite due registrazioni, in due conti distinti, in opposte sezioni (dare / avere), per importi complessivamente uguali, in modo che il totale dei valori registrati nelle due sezioni, sia sempre uguale. Il primo immediato vantaggio di questo metodo è la possibilità di riscontro e di autocontrollo. Il secondo vantaggio è dato dal fatto che con una determinata struttura del piano dei conti si può avere una visione continua ed aggiornata della situazione economica e patrimoniale dell'azienda. La contabilità in partita doppia si affermò rapidamente in tutto il mondo, tanto che molti termini contabili italiani nati nel Rinascimento e nei secoli successivi sono rimasti come radice nella terminologia internazionale. La contabilità moderna, in Italia, si può far risalire all'entrata in vigore dell'ultimo Codice Civile del 1942 (ma iniziato fin dal 1926), ed in particolare nel Libro V. È uso comune oggi parlare di obblighi civilistici e fiscali in merito alla tenuta della contabilità. Nel 1978 la CEE emana la IV direttiva, con l'obiettivo di armonizzare le legislazioni dei paesi membri per quanto concerne: Il contenuto del bilancio annuale e dei documenti accompagnatori Le modalità di pubblicazioni I principi contabili da applicare. In Italia la direttiva è stata recepita nel 1991, con grande ritardo rispetto agli altri paesi europei (ad esempio la Francia l'ha recepita nel 1983). Le norme CEE sono state incluse nella revisione dell'articolo 2423 del Codice Civile con il DLgs 127/1991. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Commenti 0 commenti
Condividi: Condividi su del.icio.us Condividi su facebook Condividi su digg.it Condividi su Google Condividi su Technorati Condividi su Blinklist Condividi su fUrl Condividi su Reddit Condividi su MySpace Condividi su Stumbleupon Condividi su Yahoo bookmarks Condividi su Windows Live Condividi su SlashDot Condividi su OkNotizie 


Commenti

Lascia un commento

Puoi scrivere ancora 180 caratteri

Nome/Nickname:

Puoi scrivere ancora 50 caratteri

Codice di sicurezza:

 
PUBBLICITA' GOOGLE
Galleria video


Immagini Foto e immagini
Galleria video

qrcode
PUBBLICITA' GOOGLE